Vedere Monaco di Baviera attraverso gli occhi di un boccale

Non c’è solo l’Oktoberfest, Monaco ha tanta altra birra da offrire!
Insieme a tante altre cose decisamente meno interessanti..

Dopo lunghe settimane di assenza (saggiamente ed orgogliosamente investite giocando a DOTA 2 nel tentativo di friggermi il cervelletto) ho deciso di tornare alla scrittura con un’utilissima guida alla città di Monaco di Baviera, nella quale fornirò ai neofiti i soliti ed utilissimi consigli su come passare un week end nella città bavarese.

Iniziando dalle basi, mi pare d’obbligo spendere almeno mezza giornata girovagando per il centro della città, che con il suo aspetto tipicamente teutonico non può certo lasciare indifferenti. La zona forse più caratteristica ed evocativa è quella di Marienplatz, che troneggiata dal vecchio municipio (Neues Rathus) farà la felicità di ogni scattatore di selfie. Preferisco però lasciare a Wikipedia l’onere di parlare di chiese, cattedrali, architetture e storia antica.

Monaco è ricca di musei e pinacoteche che tra l’altro di domenica costano tutte solo 1€.

Le più importanti, tutte vicine tra loro e raggiungibili in metro, sono l’Alte Pinakothek, il Neue Pinakothek, il museo Brandhorst e la Pinakothek der Moderne; è proprio quest’ultima che ho deciso di visitare nel mio week end tedesco.

IMG_20160717_131523

Naturalmente un bifolco come me non ha mai capito nessun’opera di arte moderna in nessuna mostra al mondo, soprattutto quando le spiegazioni sono scritte solo in tedesco, ma la cosa divertente è che tanto nessuno le capisce e, con il giusto outfit, confondersi tra gli altri visitatori dotati di più titoli di studio è divertentissimo.

Boiate a parte, vale la pena di farci un salto se si è anche minimamente interessati alla materia. Oltre alla mostra permanente, che comunque vanta nomi come Picasso, Dalì e De Chirico, ci sono anche esposizione temporanee spesso molto interessanti. Nel mio caso si trattava di una terribile mostra di vasi in vetro di Murano che boh.. roba che può piacere solo ad un tedesco..

Ora, seriamente, nessuno crede che io sia andato in macchina fino a Monaco solo per vedere musei e palazzi in stile gotico. Io a Monaco ci sono andato perché si mangiano schnitzel, stinchi e galletti, bevendo quella bella birra ignorante creata appositamente per toglierti l’arsura estiva.

E per fare tutto ciò non esiste posto migliore che un biergarten. Ancora una volta sarà Wiki a raccontare origini storiche e tutto il resto cliccando qui, ma basti sapere che stiamo parlando di distese di panchine dove è possibile bere birra e mangiare. Non è male, eh?

I prezzi sono abbastanza popolari ed il litro di birra costa indicativamente sui 7€, anche se dopo il quarto boccale i soldi acquistano un’importanza molto relativa. I biergarten meno famosi o più lontani dal centro sono quelli con i prezzi più bassi e che generalmente vengono frequentati principalmente dagli abitanti di Monaco.

Nonostante ciò non posso che consigliare quello situato all’interno dell’Englischer Garten, un parco lungo quasi 10km al cui interno si possono trovare giapponesi che fanno surf in una specie di torrente, festival e manifestazioni oltre a campi per qualsiasi tipo di attività sportiva.

Con 7000 posti, fiumi di gente alticcia, una specie di torre cinese e un’atmosfera da Oktoberfest, qui potrete togliervi per sempre la voglia di birra.  Per tornare nel nostro ostello distante un paio di fermate di metro ci abbiamo messo dalle 20.30 alle 23.45, la prossima volta valuterò la possibilità di bere una birra o due in meno.

IMG_20160716_222711

N.B. : in tutto ciò potrebbe capitarvi di pensare che certe persone (soprattutto camerieri e baristi) vi trattino male, rispondendovi un po’ alla cazzo di cane, non salutandovi e mettendovi il veleno nel piatto.

Potreste essere spinti a pensare di essere odiati solo perché italiani ma in realtà è solo il loro modo di dimostrare affetto, quindi siate carini con loro e non malmenateli se potete.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestFacebooktwittergoogle_pluspinterest

1 comment on “Vedere Monaco di Baviera attraverso gli occhi di un boccaleAdd yours →

  1. Ciao
    Ancora una volta i tuoi articoli si differenziano per uno stile nuovo ed irriverente dalla montagna di articoli/copia presenti sul web.
    Ad essere onesto non sono mai stato a Monaco di Baviera, ma dopo questa lettura credo sia un’esperienza da fare 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *